Slander > Calunnia

I video pubblicati su Machete tv, i palchi condivisi con Kaos, Colle Der Fomento, DSA Commando, oltre che la presenza pressocchè costante di DJ Craim sicuramente potevano esserci d’aiuto nell’intuire la mezza svolta dei veneziani Slander che con il loro ultimo Calunnia, uscito per FOAD Records, spostano un po’ il tiro del loro hardcore /…

Savak > Cut-Ups

Se durante l’estate siete tipi a cui piace rallentare i ritmi e buttarvi su musica più solare ed affabile l’ultimo album dei Savak potrebbe fare a caso vostro. Per chi non li conoscesse, stiamo parlando di un quartetto nativo di Brooklyn fautore di un garage rock garbato che mischia la psichedelia al folk, che fa…

Straight Opposition > The Fury From The Coast

A testimonianza della vitalità della Pescara Hardcore, arriva l’ultimo lavoro della band abruzzese Straight Opposition, The Fury from the Coast, uscito per l’inossidabile etichetta, bandiera del punk hardcore italiano, Indelirium Records. Invero, è bene precisarlo sin da subito, non si tratta di nessun miracolo musicale, solo di una solida conferma per una delle band italiane…

Elder > Reflections Of A Floating World

Una sinuosa epopea di psichedelie, stoner rock strutturato impreziosito di carisma progressive, momenti di doom diluito e chi più ne ha più ne metta: la nuova proposta degli Elder è una lunga, impegnativa cavalcata che sa di Yob da una parte e di Intronaut dall’altra. Reflections of a Floating World, terzo album del combo statunitense,…

Hexis > Tando Ashanti

Dopo un paio di split di grande prestigio, con Primitive Man e This Gift is a Curse, i danesi Hexis sono tornati, ad aprile, con un secondo full length nuovo di zecca, Tando Ashanti, uscito per la Halo of Flies. Proprio “Tando” e “Ashanti” sono le prime due tracce dell’album. La prima è un crudele…

Amplifier > Trippin’ With Dr. Faustus

Come consuetudine, a distanza di tre anni dal precedente lavoro, gli Amplifier pubblicano un nuovo album: Trippin’ with Dr. Faustus. La formazione rimane inalterata rispetto al precedente Mystoria, in cui Steve Durose e Alexander “Magnum” Redhead subentrarono con l’abbandono di Neil Mahony, confermando la capacità di creare arrangiamenti ricercati senza inficiare sulla potenza dei riff. L’album può…

Hey Colossus > The Guillotine

Seguire una band dall’esordio ed essere testimoni della maturità che ha  acquisito negli anni è sempre una cosa appagante, soprattutto se il gruppo in questione, ovvero i londinesi Hey Colossus, in modo imprevisto cala il cosiddetto asso nella manica, e registra il miglior disco della loro carriera. I Nostri sono ben conosciuti tra gli adepti…

Idles > Brutalism

L’album d’esordio degli Idles si presenta interessante sin dalla copertina, in cui in una stanza scarna ed asettica troviamo un inginocchiatoio e la foto di una donna, una sorta di madonna contemporanea. Lei è la madre di Joe Talbot, cantante e leader del gruppo, che purtroppo durante la registrazione dell’album muore dopo una lunga malattia.…

Pathology > Pathology

Come ben sappiamo i Pathology non peccano di inedia, ma sono costantemente al lavoro per creare nuovo materiale. Negli ultimi tempi erano arrivati addirittura ad una cadenza annuale mentre quest’ultimo self-titled arriva dopo circa tre anni dal precedente Throne of Reign, cosa aspettarci dunque da suddetta release? Slam becero e pesantissimo, ovviamente! Pathology è un…

Nine Inch Nails > Add Violence

Il gioco continua. Torniamo per un attimo indietro nel 2007, all’uscita di Year Zero, disco rivoluzione di Trent Reznor in quanto ai suoi concept album viene aggiunta l’introduzione di un ARG (Alternate Reality Game). Questa geniale mossa di marketing ci catapulta nel 2022, in un futuro distopico e in una storia di politica americana, droga…

Pù > Tunguska: Last Transmission

Il termine post rock fa generalmente pensare a due cose, abuso di terminologia e suoni dilatati o eterei (in linea di massima). Con Tunguska: Last Transmission ci troviamo di fronte ad un colossale dubbio: siamo nel caso sopracitato o c’è del genio? Questa fatica del duo a nome Pù tenta infatti di unire noise, ambient…

Chantal Morte > Mental Short

Questo Mental Short fu il debutto degli Chantal Morte (risale al 2012 e ora viene ristampato da Atypeek Music e Animal Biscuit), duo composto da Mika Chantal & Roco Morte, dai cui cognomi deriva appunto il monicker. Il progetto non è mai stato particolarmente prolifico ed in base alle informazioni ottenute il disco in questione è…

Boris > Dear

Alcune band basano la loro fortuna su uno stile riconoscibile, un determinato marchio di fabbrica rivisitato e riproposto disco dopo disco. Ognuno dei quali, non a caso, rappresenta quasi un ritorno “familiare” ai più, fan e non, ormai abituati a suoni e composizioni di stampo ben definito. Non è il caso dei Boris e Dear…

Tombouctou > Ceiling Coast

I francesi Tombouctou sono un trio dall’attitudine molto punk/DIY che esordisce (o almeno si presume, causa scarse informazioni sulla band) con questo Ceiling Coast. Il trio da Lione, partendo da un artwork pungente e poco politically correct, presenta all’incauto ascoltatore un noise rock (con qualche sfumatura leggermente più pesante) che rimanda a quella gloriosa scena degli…