Algiers > The Underside of Power

Figli di una Motown distopica, gli Algiers si sono fatti conoscere già nel 2015 con il loro debutto omonimo spiazzante. The Underside of Power conferma le potenzialità del combo anglo-americano e li eleva a Next Big Thing della musica di questo decennio musicale troppe volte già accusato di non riservare alcuno sprazzo di personalità o originalità musicale.…

We Stood Like Kings > USA 1982

Che il post-rock abbia stretto un legame forte con le immagini e tutto ciò che porta suggestioni cinematiche è cosa nota, basti pensare agli australiani Dumbsaint e ai loro album con immagini a seguito. I belgi We Stood Like Kings nei loro album musicano film girati da altri componendo una colonna sonora “alternativa” all’originale – come compare nelle…

Leprous > Malina

Per gli appassionati di progressive rock/metal l’uscita dell’ultimo album dei Leprous, Malina, non può passare inosservata; l’hype dopo Coal e The Congregation è stato palpabile e i tre singoli “From the Flame”, “Stuck” e “Illuminate” hanno creato un’aspettativa notevole. Se a prima impressione quest’album vi deluderà non preoccupatevi, magari vi aspettavate riff più distorti, magari…

Municipal Waste > Slime and Punishment

Ecco tornare, dopo cinque anni di silenzio e vari side-project, con una nuova fatica discografica i Municipal Waste, ancora una volta sotto l’ala protettrice della ormai major del metal Nuclear Blast. Cinque sono gli anni sono passati dal discreto The Fatal Feast, lavoro che non brillava certo di originalità e che, come il suo predecessore…

Chelsea Wolfe > Hiss Spun

Sfido qualunque lettore di GOTR a trovare un compositore in grado di produrre con costanza nel tempo lavori interessanti, riuscendo impeccabilmente a rappresentare sotto forma di musica con peculiare sensibilità un messaggio, delle sensazioni, un’urgenza artistica sincera. Moltissimi degli artisti qui seguiti e ammirati, prima o poi sono incappati in quel che viene comunemente definito…

Sum Of R > Orga

Dopo tre dischi profondamente legati a sound drone ed industrial gli svizzeri Sum Of R rilasciano Orga, una continuazione del loro operato ma anche un punto di svolta, uno slancio verso il cambiamento. I SOR hanno sempre sperimentato costruendo composizioni basate su più generi, dove il drone però risultava sempre preponderante. In questo quarto disco…

Dead Cross > S/T

Secondo un’antica leggenda esistono più progetti musicali di Mike Patton in terra che stelle nel firmamento. Prendete questa esagerazione con un sorriso, solo uno stolto potrebbe lamentarsi della prolificità di Patton, una volta mero cantante dei Faith No More ed ora produttore, grazie alla sua etichetta Ipecac, di tantissimi artisti e progetti come questo Dead…

Implore > Subjugate

Avevamo lasciato gli Implore l’anno scorso presentandovi Thanatos, lavoro che non aveva del tutto convinto per il tiro più hardcore e meno soffocante del precedente Depopulation. Col nuovo Subjugate la band capitanata da Gabbo Dubko si presenta in veste rinnovata (per l’ennesima volta) con l’innesto di due nuovi membri e con un nome di un…

Ulsect > Ulsect

Ulsect è un progetto dai natali scomodi, nomi di un certo spessore artistico che immancabilmente generano dei confronti. Per due quinti proveniente dal mondo deviato e dissonante dei Dodecahedron e per un quinto dal suono progressivo dei Textures, l’universo sonoro dei nostri non rinnega tali natali ma nemmeno si ferma a tale bacino d’idee. Ulsect…

Disintegrate Your Ignorance Fest 2017: Day 2

L’ombra proiettata dalle mura del cimitero di Giavera del Montello sul nostro camper non ci ha permesso un risveglio idilliaco, proprio no. Il caldo soffocante di questo secondo giorno di Disintegrate Your Ignorance Fest già inizia a farsi sentire alle 9 di mattina. Sarà una lunga giornata sulfurea con un bill di tutto rispetto, l’inizio…

Tau Cross > Pillar Of Fire

(Parzialmente) liberi dal passato, tra Amebix, Voivod, Misery e War/Plague, i Tau Cross sono “supergruppo” solo per definizione. Pillar of Fire, seconda outing dopo l’omonimo datato 2015, è superamento ed evoluzione in tutti i sensi. La genuinità normalmente tipica di band “fresche” è ben presente e gradita, ottenuta tra l’altro senza sacrificare le ben accette…

Savak > Cut-Ups

Se durante l’estate siete tipi a cui piace rallentare i ritmi e buttarvi su musica più solare ed affabile l’ultimo album dei Savak potrebbe fare a caso vostro. Per chi non li conoscesse, stiamo parlando di un quartetto nativo di Brooklyn fautore di un garage rock garbato che mischia la psichedelia al folk, che fa…

Amplifier > Trippin’ With Dr. Faustus

Come consuetudine, a distanza di tre anni dal precedente lavoro, gli Amplifier pubblicano un nuovo album: Trippin’ with Dr. Faustus. La formazione rimane inalterata rispetto al precedente Mystoria, in cui Steve Durose e Alexander “Magnum” Redhead subentrarono con l’abbandono di Neil Mahony, confermando la capacità di creare arrangiamenti ricercati senza inficiare sulla potenza dei riff. L’album può…

Hey Colossus > The Guillotine

Seguire una band dall’esordio ed essere testimoni della maturità che ha  acquisito negli anni è sempre una cosa appagante, soprattutto se il gruppo in questione, ovvero i londinesi Hey Colossus, in modo imprevisto cala il cosiddetto asso nella manica, e registra il miglior disco della loro carriera. I Nostri sono ben conosciuti tra gli adepti…