Onryō > Mūto

Il primo EP dei romani Onryō, uscito per la Everlasting Spew, è in qualche modo legato tematicamente a filo doppio con il folklore e la demonologia giapponese. Non un concept, ché pur sempre di EP si sta parlando, ma giusto dei richiami che aiutano ad immergersi nel loro universo estetico. A iniziare dal moniker, Onryō,…

The Black Dahlia Murder > Nightbringers

Sono passati circa due anni dalla precedente opera intitolata Abysmal, ed ecco tornare alla ribalta i prolifici nonché ormai blasonati melodic death metallers The Black Dahlia Murder che si preparano, con il nuovo platter intitolato Nightbringers, a scuotere queste sonnecchiose giornate autunnali. “Widowmaker” mette subito in chiaro gli intenti della band presentandosi come brano energico…

Direwolves > The Great Year

A tre anni di distanza dal full length Aegri Somnia tornano in scena i francesi Direwolves con l’EP The Great Year. Sei tracce per quasi 20 minuti, uscito, come molte cose buone che arrivano dalla Francia, per la Throatruiner che conferma, album dopo album, la bontà del proprio operato. Il post-hardcore dei Direwolves non è…

Arch Enemy > Will To Power

Sono passati tre anni, più di quanto la band impieghi di solito per un nuovo album, dall’opaco War Eternal in casa Arch Enemy, il primo disco con Alyssa White Gluz alla voce. Il salto di qualità tanto agognato non avvenne in quel periodo, ma adesso con l’ex-Nevermore Jeff Loomis subentrato in pianta stabile al posto…

Terry Green > LP

Sarebbe stato difficile, quasi impossibile, che qui da noi, in Italia dico, si fosse parlato dell’ultimo lavoro dei canadesi Terry Green, LP, se non fosse che l’etichetta pugliese Upwind Records, punto di riferimento dello screamo italiano, lo ha coprodotto – assieme a Zegema Beach Records, RIP in Peace Records, Zipzalp Records e Middle-Man Records. Sarebbe…

Septicflesh > Codex Omega

I maestri del sound infernale tornano a farci visita con la loro nuova opera Codex Omega. Per chi ancora non lo avesse capito stiamo parlando della symphonic death metal band Septicflesh: i greci alle spalle hanno tanti anni di carriera e di ottimi dischi. Riaprendo il loro fascicolo li avevamo lasciati con il buon Titan…

Sannhet > So Numb

A due anni dal magnifico Revisionist ritornano i newyorkesi Sannhet con So Numb, in uscita per la Profound Lore. Ancor prima di procedere con l’ascolto, salta all’occhio un importante punto di contiguità tra i due artwork attraversati da una linea gialla orizzontale e caratterizzato da un’ossessione per la cecità, per l’occhio chiuso, tappato. Se in…

Leprous > Malina

Per gli appassionati di progressive rock/metal l’uscita dell’ultimo album dei Leprous, Malina, non può passare inosservata; l’hype dopo Coal e The Congregation è stato palpabile e i tre singoli “From the Flame”, “Stuck” e “Illuminate” hanno creato un’aspettativa notevole. Se a prima impressione quest’album vi deluderà non preoccupatevi, magari vi aspettavate riff più distorti, magari…

All Out War > Give Us Extinction

A cavallo degli anni ’90 e dei ’00, i newyorkesi All Out War pubblicarono un paio di album, ormai cult, – For Those Who Were Crucified e Condemned to Suffer – con i quali andarono a rimpinguare le produzioni più oltranziste, quelle di Integrity, Merauder, Ringworm o Earth Crisis, di una scena metallic hardcore, il…

Sum Of R > Orga

Dopo tre dischi profondamente legati a sound drone ed industrial gli svizzeri Sum Of R rilasciano Orga, una continuazione del loro operato ma anche un punto di svolta, uno slancio verso il cambiamento. I SOR hanno sempre sperimentato costruendo composizioni basate su più generi, dove il drone però risultava sempre preponderante. In questo quarto disco…

Thy Art Is Murder > Dear Desolation

A due anni di distanza dal convincente Holy War arriva sugli scaffali Dear Desolation, ultima fatica degli australiani Thy Art Is Murder, famosa formazione dedita al deathcore più puro ed estremo e ormai, a ragion veduta, riconosciuta tra le migliori in assoluto dal panorama mondiale. Dear Desolation prosegue, a livello stilistico, sulle linee guida tracciate…

Francobollo > Long Live Life

No, Francobollo non è il moniker dell’ennesima, pessima, band italiana da radio all’ultimo grido. I Francobollo sono un’indie rock band svedese al loro primo full length, Long Live Life, in uscita per la Square Leg Records. Anticipato dal videoclip di “Wonderful”, brano graziosissimo, come il video d’altronde, punteggiato da atmosfere soleggiate e da una chitarra…

Leng Tch’e > Razorgrind

Prima di parlare del nuovo disco dei Leng T’Che è necessario fare una doverosa premessa. La band nacque nel 2001 da Sven “Svencho” De Caluve, storico frontman degli Aborted intenzionato a creare un side-project dedito al grindcore più feroce ed intransigente. I primi tre dischi del combo belga si attenevano tutti quanti alla formula di…